Nove mesi

Moncler continua a crescere a due cifre

Il cda di Moncler ha approvato i risultati a nove mesi: 639 milioni di euro i ricavi, in aumento del 14% a tassi di cambio correnti e costanti, per effetto di tre trimestri di crescita consecutiva a due cifre.

 

Il fatturato retail è salito del 20% a 400 milioni, mentre il wholesale ha registrato un +5% a 239 milioni.

 

Le vendite in Asia e resto del mondo sono aumentate del 27% a 216, milioni, in Emea hanno totalizzato 204 milioni (+7%) mentre il mercato domestico è cresciuto del 2% a 110 milioni. Nelle Americhe il giro d'affari si è attestato a 109 (+17%).

 

«Focalizzazione, esclusività, chiarezza e selettività, sono gli assi su cui, sin dal 2003, abbiamo impostato la strategia di sviluppo del brand Moncler - commenta il presidente e ceo Remo Ruffini -. Segnali molto buoni continuano ad arrivare dai nostri consumatori per le collezioni autunno-inverno 2016/2017 (nella foto, un look)». L'imprenditore si è dichiarato soddisfatto delle recenti inaugurazioni (tra queste Londra, Seul e New York, sulla Madison Avenue). «Seppure il contesto macroeconomico e politico permanga incerto e volatile e imponga a tutti noi ancora più selettività e attenzione al futuro - afferma Ruffini - rimango convinto che Moncler potrà continuare a registrare ottimi risultati».

 

 

Contestualmente all'approvazione dei risultati a nove mesi, il board ha preso atto delle dimissioni del consigliere Vivianne Akriche, membro anche del Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità, «rassegnate in esecuzione dei patti parasociali tra i soci» (rappresentava il socio Eurazeo, che ha ridotto la sua partecipazione in Moncler). Le sue responsabilità passano a Guido Pianaroli, nominato nel board dall’assemblea dei soci del 20 aprile scorso, come membro indipendente dello stesso comitato.

 

Il cda ha inoltre deliberato la nomina per cooptazione di Juan Carlos Torres Carretero, già chairman di Dufry e presidente di Inmobiliaria Fumisa, che in luglio è entrato nel capitale della Ruffini Partecipazioni, holding del presidente e amministratore delegato di Moncler.

 

stats