Nuovi opening

Paul Smith ritorna in Cina: 25 negozi nei prossimi cinque anni

Dopo i primi approcci avviati all'inizio del nuovo millennio, forse prematuri per l'originale British style della maison, Paul Smith torna in Cina, questa volta con un piano di 25 aperture in cinque anni.

 

Come anticipa Bloomberg, il ritorno del brand, dopo l'abbandono del mercato nel 2007, parte con uno store di 359 metri quadrati in giallo e rosa a Pechino, nell'area dello shopping di Sanlitun. Le tappe successive riguarderanno Tianjin, Shanghai e Chengdu, mentre non sono previsti opening nelle città più piccole. Il progetto di sviluppo nella Republica Poplare sarà portato avanti con un partner locale: ImagineX Group, affiliato del department store di Hong Kong Lane Crawford, che rappresenta oltre 20 marchi internazionali in Asia. 

 

Il designer che dà il nome al marchio, cui fa capo il 60% della griffe, ha deciso di approfittare dei mutamenti nei gusti dei cinesi, oggi più abituati a viaggiare nelle capitali della moda europee e a New York e con una maggiore disponibilità in portafoglio. Secondo stime, nel primo trimestre di quest'anno il reddito pro capite nelle città maggiori è salito a 1,196 dollari (+10,8% rispetto allo stesso periodo del 2012).

 

stats