Nuovi progetti

Agnona punta al raddoppio del fatturato con Pilati

L'arrivo di Stefano Pilati alla direzione creativa di Agnona è la grande scommessa della proprietà, il Gruppo Zegna, che punta al raddoppio del fatturato della griffe del womenswear nel giro di due o tre anni. Tra le ipotesi anche l'approdo sulle passerelle con la collezione primavera-estate 2014.

 

Intanto il brand - che nel 2011 ha totalizzato 30 milioni di ricavi, solo per il 10% grazie al mercato interno - procede con lo sviluppo commerciale all'estero. Il mese scorso ha inaugurato, con tanto di trunk show dedicato alla collezione autunno-inverno 2012/2013, una nuova boutique a Sylt, isola della Germania settentrionale, meta del turismo vacanziero e degli appassionati del golf, che porta a 40 gli store all'attivo, 10 dei quali di proprietà. In più sono stati rinnovati i corner da Harrods (presso la Luxury Room) e Bergdorf Goodman, secondo un nuovo concept che esprime al meglio i valori di Agnona. Ma nei programmi dell'azienda guidata da Bruno Laguardia ci sono anche altri spazi a Londra e New York, come pure un possibile trasloco a Milano, in uno spazio più ampio dell'attuale, in via Montenapoleone. Quasi scontata anche un'espansione a Oriente, dal momento che ormai circa il 25% delle vendite è realizzato in Cina, una percentualeche sale al 50% se si tiene conto anche di Corea e Giappone.

 

stats