Nuovi progetti

Amazon testa le consegne con i droni in Europa. Non aprirà 300 librerie fisiche

Dopo la frenata negli Usa, Amazon riprova all'estero con i droni: il servizio di consegna "Prime Air" (nella foto) è in fase di test in Regno Unito, Olanda e Canada. Lo ha reso noto il fondatore del colosso delle vendite online, Jeff Bezos, mentre le voci in merito all'apertura di centinaia di librerie fisiche sembrano sempre meno probabili.

 

Il gigante dell'e-commerce sta sviluppando e producendo gli aeromobili a pilotaggio remoto negli Stati Uniti, in Israele e Inghilterra. Bezos, però, non ha fornito ulteriori dettagli in merito ai recenti test.

 

Attualmente la regolamentazione riguardante l'utilizzo di droni, per fini commerciali, resta complessa e onerosa negli Usa. Per esempio, chi decide di operare in questo ambito deve possedere la patente di pilota privato e ottenere una certificazione speciale, concessa caso per caso, dalla Federal Aviation Administration. L'obiettivo di Bezos sarebbe quello di recapitare i prodotti, grazie ai nuovi fattorini "hi-tech", nel giro di 30 minuti.

 

In questi giorni Amazon è sotto i riflettori per un'indiscrezione, veicolata dal Wall Street Journal, in base alla quale l'e-tailer starebbe per aprire tra le 300 e 400 librerie fisiche negli States, dopo l’inaugurazione, nel novembre 2015, della prima libreria del gruppo, Amazon Books, a Seattle. Lo store, che chiude solo per il Ringraziamento e a Natale, raccoglie circa 5mila libri ma anche dispositivi da far provare come i tablet Kindle e lo speaker "intelligente", a comandi vocali, Amazon Echo.

 

I rumors stanno rimettendo in discussione, rivalutandolo, il ruolo dei negozi offline e le strategie distributive, sempre più orientate alla multicanalità, anche in settori al di fuori dell'editoria.

 

Come riporta wired.it, che cita una fonte anonima al New York Times, la notizia degli opening sarebbe poco plausibile. In verità potrebbe trattarsi di un piano di aperture più modesto, da sviluppare nei prossimi anni. In alternativa, potrebbe anche trattarsi dell'avvio di showroom o vie di mezzo fra punti di acquisto rapido/ritiro e librerie.

 

In base a quanto scrive oggi ilpost.it, resta il fatto che Amazon ha pubblicato su Linkedin alcuni annunci di lavoro per librari con riferimento alla zona di San Diego/La Jolla (California). Sarebbe alla ricerca di un responsabile di negozio e relativi assistenti: librario, commesso, e venditore del reparto di elettronica. Ai commessi viene richiesto di avere una laurea in letteratura o in amministrazione, di essere appassionati di libri, in grado di sollevare 20 chili e di restare in piedi otto consecutive.

 

stats