Nuovi progetti

Moncler riporta in casa la licenza del bimbo

Di scena al 77esimo Pitti Bimbo, presso il Padiglione Cavaniglia, l'enfant Moncler per la primavera-estate 2014: una presentazione speciale per il brand del Galletto, che ha deciso di gestire interamente produzione e distribuzione delle piccole taglie. Intanto il gruppo sceglie le banche per l'Ipo.

 

Giunta a scadenza la joint venture con Altana, il childrenswear di Moncler ora si prepara nuove sfide. La decisione di produrre e distribuire la collezione in house è infatti il preludio a nuovi progetti che vanno dall'espansione sui mercati esteri al rafforzamento dell'offerta, "per coprire al meglio le esigenze dei piccoli (1 mese/14 anni) e con un focus sull’offerta bébé e toddler (1 mese/6 anni)", come ha spiegato il presidente e direttore creativo Remo Ruffini.

 

Per quanto riguarda il gruppo che controlla la label, si sa dalle agenzie che nei giorni scorsi è stato definito il pool di banche che lo accompagneranno alla quotazione a Piazza Affari, probabilmente entro fine anno o agli inizi del 2014. Bank of America Merrill Lynch, Goldman Sachs e Mediobanca saranno i joint global coordinator, mentre Banca Imi, JP Morgan e Ubs saranno i joint bookrunner. Lazard è l'advisor finanziario.

 

Secondo Reuters, gli azionisti starebbero puntando a una valutazione di Moncler intorno ai 2 miliardi di euro, mentre l'offerta dovrebbe aggirarsi sui 750 milioni di euro. Come già anticipato da fashionmagazine.it, il listing dovrebbe riguardare soltanto Moncler mentre i brand minori del gruppo (Marina Yachting, Henry Cotton's, Coast Weber Ahaus), scorporati, potrebbero essere venduti o oggetto di partnership. Tra gli interessati si parla di Li & Fung, del fondo Argo Soditic ma anche dei coreani di E-Land (proprietari di marchi italiani come Mandarina Duck e Coccinelle) e del fondo inglese Emerisque Brands, che in aprile ha rilevato Mcs.

 

Gli attuali soci di Gruppo Moncler sono il fondo Eurazeo, dal 2011 proprietario del 45%, Remo Ruffini (32%), Carlyle (18%) e Brands Partners, che conta tra i soci Mittel (5%).

 

 

stats