OPENING

Bric's accelera in Asia: exploit di opening dalla Cina alla Thailandia

Sei opening nella Repubblica Popolare, ma anche in Indonesia, Filippine e Thailandia. Bric's spinge sull'internazionalizzazione e amplia il proprio raggio d'azione in Asia, senza trascurare mercati high performer come gli Stati Uniti.

 

È proprio il continente asiatico quello che sta dando maggiori soddisfazioni all'azienda di pelletteria di Olgiate Comasco, che nell'ultimo semestre ha dato una sferzata al ritmo di aperture. Sei solo in Cina, a Hangzhou (nella foto), Yiwu, Wuhan, Dalian, Taichung e Taipei, e altrettante divise tra Indonesia (una delle due nel nuovo avamposto delle Galeries Lafayette di Jakarta), Filippine (un monomarca allo Shangri-La e uno presso il recente SM Aura mall a Manila) e Thailandia, con due corner presso il Central Department Store di Bangkok. Il marchio è già attivo nell'area con un monomarca Bric's e un grande corner da Isetan a Kuala Lumpur, in Malesia, e a Singapore con uno shop in shop da Takashimaya.

 

Recentemente Bric's ha aperto uno spazio anche presso il department store Lotte di Seoul, in Corea del Sud: sbocco commerciale che, insieme al Giappone, il brand presidia dal 2002 attraverso oltre 15 punti vendita tra corner e shop in shop.

 

Accanto all'Asia, nei piani di investimento aziendale non mancanno gli Usa, mercato che nel 2012 ha messo a segno una crescita del 12%, con la prospettiva di un +25% per l'anno in corso, grazie alla liaison con location come Bloomingdale's, Barneys e Nordstrom.

 

Tra i territori più importanti per la società, che nell'esercizio 2012 ha raggiunto un fatturato pari a 37,5 milioni di euro, figurano anche il Regno Unito (dove Bric's è presente in department store quali Harrods e Selfridges) e l'Italia, mercato in cui sono a regime numerosi monomarca, come il flagship milanese di Galleria Vittorio Emanuele e i Bric's Store di Malpensa, Firenze e Roma.

 

Attualmente la realtà comasca è attiva in 41 Paesi e i Bric's Store sono arrivati a quota 32.

 

stats