OPENING

La Perla approda al Barvikha. Intanto è duello tra Scaglia e Veronesi per l'acquisizione

Con una sfilata delle collezioni lingerie e beachwear, La Perla ha celebrato l'apertura di un nuovo monomarca in Russia, presso il Luxury Village di Barvikha, fashion district realizzato dal gruppo Mercury a pochi chilometri da Mosca secondo un progetto che vuole conciliare lusso ed estetica ecologica.

 

Il nuovo store si sviluppa su un’area di 200 metri quadri scanditi da luci morbide e pareti di cristallo che incapsulano preziosi pannelli di pizzo, fil rouge con cui lo studio di architetti Buratti+Battiston ha caratterizzato gli store La Perla più esclusivi.

 

La boutique del Barvikha Luxury Village è un’ulteriore conferma della strategia di espansione del brand nel territorio dell’ex Unione Sovietica: l'azienda è attiva infatti già con 14 negozi tra Russia, Ucraina, Kazakhstan e Azerbaijan.

 

Ma a tenere banco è soprattutto la partita tra Silvio Scaglia (Sms Finance) e Sandro Veronesi (Gruppo Calzedonia): chi si aggiudicherà la realtà bolognese? In attesa che martedì si svolga l'asta decisiva, oggi la stampa, specializzata e non, fa il punto della situazione.

 

Come si legge sul Corriere della Sera, la società di Veronesi avrebbe messo sul piatto complessivamente 120 milioni di euro, una cifra superiore ai 70 milioni di cui si parlava qualche giorno fa, che potrebbe lievitare a 170 milioni, superando di fatto i circa 155 - ma anche in questo caso, in tempi recentissimi si indicavano 100 milioni - di Scaglia.

 

Quest'ultimo, a sua volta, sarebbe pronto a rilanciare. Ci sono peraltro tante altre voci (dalla gestione delle passività finanziarie, fino alla tutela dei posti di lavoro, a parte 150 cassintegrati che in nessuno dei due casi verrebbero riassorbiti) che giocherebbero a favore o contro uno dei due pretendenti.

 

Un'asta, prevista per il 4 giugno, metterà la parola fine al testa a testa. I portavoce dei sindacati, che oggi hanno incontrato i rappresentanti di Sms Finance, prendono tempo: attendono martedì e intanto ribadiscono la loro priorità, ossia il rilancio di un'azienda "che ha potenzialità enormi".

 

 

 

stats