OPERAZIONI

Harmont & Blaine: aumento di capitale, in vista di un socio finanziario

 

Harmont & Blaine ha dato mandato a Ubs per l'individuazione di un socio finanziario. Un'operazione in vista della quale il cda ha deciso di proporre all'assemblea dei soci un aumento di capitale. Obiettivo, spingere la crescita globale del marchio.

 

L'eventuale ingresso di un nuovo partner, con una quota di minoranza, consentirà infatti al brand del bassotto di incrementare nel prossimo triennio il proprio fatturato, pari a 60,3 milioni di euro nel 2012, +12,6% sul 2011 e con la prospettiva di un +20% per il 2013. "Vogliamo dotare l'azienda della massa critica necessaria per competere sui mercati internazionali", si legge in un comunicato.

 

Attualmente Harmont & Blaine è presente all'estero con 70 monomarca in 54 Paesi, con un presidio particolarmente forte di Medio Oriente, Centro America e area mediterranea del nostro continente. Dopo i recenti opening di Città del Messico, Yerevan ed Ekaterinburg, sono in dirittura d'arrivo vetrine a Praga, Mosca e Miami, presso lo shopping mall Merrick Park. Nella città della Florida, tra l'altro, è già operativa una boutique della label.

 

Ma ci sono ulteriori margini di sviluppo - soprattutto in Asia, Europa continentale e America -, mentre per quanto riguarda il rapporto tra wholesale, grazie al quale ora si realizza il 55% delle vendite, e retail è intenzione del management dare un impulso soprattutto a quest'ultimo.

 

In cantiere c'è infine un piano di revisione della governance, con new entry di consiglieri indipendenti nel cda e una revisione dell'organigramma societario. 

 

stats