OUTERWEAR

Bosideng, soddisfatta per i risultati italiani, premia Tafuro

Un premio a Giancarlo Tafuro, marketing manager worldwide, e prospettive di sviluppo in Occidente, partendo dall’Italia. I progetti di Bosideng, società “made in China”.

 

In occasione del suo annual meeting, tenutosi nei giorni scorsi a Shanghai, il colosso cinese specializzato nell’outerwear in piuma d’oca, quotato alla Borsa di Hong Kong - ha premiato Giancarlo Tafuro, marketing manager worldwide del marchio, nonché titolare dell’agenzia De Primera, per il lavoro svolto in termini di start up e penetrazione nel mercato italiano, da cui è partito il piano di espansione della realtà asiatica.

 

Bosideng ha iniziato la conquista dei mercati di riferimento in Occidente proprio dalla Penisola. Qui inaugurerà prossimamente due flagship store a Milano e Roma, forte dei risultati della campagna vendita dell’autunno-inverno 2014, che si è chiusa a circa un milione e mezzo di euro di fatturato e con il posizionamento in negozi multibrand di alto livello.

 

Giancarlo Tafuro ha presentato ai vertici dell’azienda un piano di marketing da concretizzare nei prossimi cinque anni per l’acquisizione di nuovi mercati in Europa e nel mondo (esclusa l’Asia). Tra i progetti più ambiziosi, l’apertura di monomarca nelle vie del lusso delle più importanti capitali europee ed extraeuropee.

 

Durante il meeting a Shanghai, Bosideng International Holdings Limited - che ha chiuso il 2013 con un fatturato di 1,2 miliardi di euro - ha illustrato un business plan a cinque anni, che prevede il raggiungimento di 4 miliardi di euro di turnover.

 

 

stats