Opening

Ballantyne apre nel centro di Milano il primo monomarca dell’era Gatto

Ballantyne sceglie il cuore di Milano, via Bagutta 18 a pochi passi da piazza San Babila e via Sant’Andrea,  per debuttare con un concept store ideato da Fabio Gatto, l’imprenditore veneto che ha acquisito il brand di chashmere nel 2015 dal fondo Charme. In vendita anche una capsule “profumata”.

 

«Questo opening rappresenta una tappa fondamentale nel percorso di rilancio di Ballantyne - spiega Gatto -. Ci permette infatti di essere più vicini ai nostri consumatori italiani e di avere una vetrina di primo piano a livello mondiale, utile per stabilire sinergie sui mercati esteri e intercettare una nuova clientela di alto profilo».

 

Nella boutique milanese gli spazi sono ricoperti da un velluto nero a coste verticali, che corrono per tutta la lunghezza. Queste linee richiamano la lavorazione del vetro realizzato su misura all’interno delle nicchie, che alleggeriscono la struttura con giochi di luce e trasparenze.

 

«Ho seguito personalmente il progetto - precisa Gatto -. Il concept riunisce le linee guida di funzionalità estetica che andremmo a proporre ai nostri partner per lo sviluppo del canale retail, attraverso corner e shop in shop in tutto il mondo».

 

Il negozio - oltre a ospitare le collezioni Ballantyne e le capsule collection – si presenta come un vero e proprio laboratorio di sperimentazione, un punto di incontro per le “eccellenze”, selezionate da Fabio Gatto in base alle affinità con l’heritage e l’immagine del brand.

 

Tra le collaborazioni, quella con Officina Profumo - Farmaceutica di Santa Maria Novella, che ha realizzato una profumazione alla rosa per la capsule heritage edition donna, donando a ogni singolo capo un’impronta olfattiva inconfondibile. L’obiettivo è trasformare un capo Ballantyne in un oggetto senza tempo da conservare, curare e tramandare.

 

stats