Opening

Ovs apre quasi 3mila metri quadri a Milano. E punta a diventare un brand globale

Oggi (10 settembre) l'opening a Milano, in corso Buenos Aires 21, del più grande store Ovs: 2.860 metri quadri su tre piani, con un nuovo format, pensato anche per lo sviluppo internazionale. L’investimento è di 7 milioni di euro. In programma un flagship a Londra o Madrid.

 

«Questo è il primo momento dopo la quotazione in Borsa che torniamo a raccontare quello che stiamo facendo, una nuova significativa tappa del percorso che ha portato Ovs non solo a diventare un brand, ma anche a essere leader in Italia nel value fashion retail» ha detto Stefano Beraldo, a.d. di Ovs alla conferenza stampa di questa mattina.

 

«Il nuovo store - ha aggiunto - rappresenta un importante traguardo anche per il nostro merchandising. Negli ultimi due anni abbiamo aumentato notevolmente l’offerta, per cogliere appieno il potenziale di domanda proveniente da diverse categorie di consumatori, considerando anche che dieci anni fa l’età media dei nostri clienti era 56 anni, adesso 38».

 

«Le grandi dimensioni di questo punto vendita - ha proseguito - ci consentono di offrire per la prima volta una visione completa di quanto siamo in grado di sviluppare nel corso di ogni stagione. È un negozio innovativo, un segno architettonico forte in una delle più importanti vie commerciali di Milano, che conta quotidianamente 20-25mila passaggi a piedi e 75mila veicolari».

 

Questo “full format” permette a Ovs di ripartire con l’espansione internazionale. «Al momento abbiamo circa 130 store oltreconfine, la maggior parte dedicati al kid - ha precisato l’a.d. –. Adesso proviamo a diventare un brand globale con un’offerta completa per la donna, l’uomo e il bambino, che poche insegne mondiali sono in grado di garantire».

 

Oltre alla Spagna - dove Ovs è già presente anche con corner all’interno di El Corte Inglés - e nell’aerea balcanica, in parte presidiata, l’insegna sta aprendo in Svizzera e ha siglato di recente un accordo con un importante distributore mediorientale per lo sbarco nella regione, a partire da Dubai. «Sono tutti opening in franchising - ha puntualizzato Beraldo -. Abbiamo però anche in mente di avviare un flagship diretto in una delle capitali europee: stiamo valutando Londra e Madrid».

 

Il progetto architettonico del nuovo negozio di corso Buenos Aires, realizzato da Ovs in collaborazione con Studio Vincenzo De Cotiis Architects, unisce nuovi codici espressivi a elementi preesistenti del concept ed è stato progettato applicando i più avanzati concetti di sostenibilità (certificazione Breeam).

 

«Premesso che il vero lusso è poter disporre di un grande spazio e di una importante visibilità - ha detto Vincenzo De Cotiis  - l’intervento più importante  riguarda la facciata, contraddistinta da “punzonature”,  che si apre sull’intero corso, trasformando  l’edificio in una nuova architettura di respiro internazionale».

 

«L’interior design - ha sottolineato - ruota intorno all’idea di leggerezza e luminostità: gli arredi, realizzati in profili metallici, si organizzano intorno a un percorso lineare, accompagnati da griglie, lamiere lucide, traforate, stirate, volumi in legno, elementi che contribuiscono a disegnare lo spazio».

 

Questo punto vendita rappresenta anche un ulteriore step nella customer experience omnichannel, sviluppata in collaborazione con Google For Work. Da citare, oltre ai camerini virtuali e agli Interactive Kiosk presenti al piano donna, una “magic room” nell'area bambino.

 

stats