Opening a Milano

Brand francesi investono nel Quadrilatero: Céline rinnova e Chloé debutta

I cugini d’oltralpe scommettono sul Quadrilatero della moda di Milano, l’unico luxury shopping center naturale e a cielo aperto del mondo. Céline, che fa capo a Lvmh, riapre lo store di via Montenapoleone 25/2 dopo un completo restyling, mentre Chloé, nell’orbita di Richemont, sceglie via Spiga 30 per inaugurare il suo primo store italiano.

 

Il brand - disegnato da Phoebe Philo e il cui amministratore delegato, Marco Gobbetti, da poco ha annunciato il passaggio in Burberry dal 2017 - si ripresenta al pubblico con un concept architettonico (già proposto a Parigi, Londra, Tokyo, Barcellona, Hong Kong e New York)  che mette in primo piano artigianalità, ricerca e innovazione tipici del brand (nella foto).

 

La ristrutturazione del monomarca milanese - di 320 metri quadri, su due livelli, con una facciata composta da 11 vetrine - fa parte del programma di restyling e sviluppo retail della griffe francese, che conta a fine anno di avere 137 punti vendita a livello mondiale.

 

Chloé, griffe disegnata da Clare Waight Keller, debutterà invece a inizio agosto in via Spiga, nell’ex boutique Moschino (che a sua volta si è trasferito nel flagship di via Sant’Andrea angolo via Senato).

 

Lo spazio, di circa 280 metri quadri, dopo il soft opening verrà inaugurato ufficialmente durante Milano Moda Donna di settembre. Sono attualmente 64 le vetrine del brand nel mondo, compreso lo spazio meneghino che segue l'opening parigino in avenue Montaigne dello scorso primo luglio. La maison ha esordito anche con l'e-commerce a fine giugno.

 

stats