PARTNERSHIP

Tory Burch si allea con Fossil. E alla sfilata spunta Pierre-Yves Roussel (Lvmh)

Accordo di licenza fra Tory Burch (nella foto, al termine della sfilata di ieri) e Fossil Inc. per gli orologi della griffe, che ha sfilato ieri a New York con uno special guest in prima fila: Pierre-Yves Roussel, ceo del gruppo Lvmh. Una presenza che non è passata inosservata e che ha scatenato supposizioni su un possibile interessamento da parte del colosso transalpino nei confronti del contemporary brand americano. Immediata la smentita di Roussel: "L'unica ragione per la quale sono qui - ha detto - è che mi piacciono gli abiti di questa label".

 

Intanto si rafforza il lifestyle di Tory Burch: ieri è stato firmato un accordo di licenza con Fossil Inc., realtà che ha archiviato il trimestre chiuso il 29 dicembre con utili per 151,1 milioni di dollari (+28,2%) e con vendite in aumento del 14,1%, pari a 947,7 milioni e che collaborerà con il marchio per il design, lo sviluppo e la distribuzione di una gamma di orologi.

 

 

"Sono molto felice di questa intesa una società con la quale mi sento sulla stessa lunghezza d'onda - ha dichiarato la stilista-imprenditrice -. La linea di accessori, che fa parte integrante del nostro dna, beneficerà di questo potenziamento". Il lancio dei nuovi segnatempo è fissato per la fine del 2014.

 

 

 

 

stats