PELLETTERIA

Cina, Russia e città italiane a vocazione turistica nel mirino del gruppo Braccialini

In occasione di Mipel il gruppo fiorentino della pelletteria Braccialini ha annunciato una serie di novità che riguardano i suoi tre marchi (Braccialini, Gherardini e Francesco Biasia), il cui filo conduttore sta nella strategia di puntare sull’estero, senza tuttavia trascurare l’Italia.

 

Il nostro Paese è infatti determinante per lo sviluppo del business, soprattutto per i flussi turistici che lo attraversano.

 

Prosegue infatti il progetto di multimarca aziendale Together: dopo le aperture di Fiumicino (diretto) e Sirmione (in franchising), il gruppo sta trattando per uno spazio in una via commerciale di Firenze e altri tre opening sono in programma entro l’anno. “È una formula che piace ai dettaglianti - fa sapere Lorenzo Braccialini, direttore marketing dell’azienda -. Prevede infatti di lavorare in conto vendita e di poter contare su riassortimenti rapidi. Inoltre, c’è la possibilità di inserire un ulteriore marchio non del gruppo, purché sia di un’altra merceologia, come ad esempio le calzature”.

 

Per Braccialini, in particolare, si rafforza la presenza in Cina, dove entro fine anno i monomarca passeranno da 25 a 30 e dove la crescita è costante, anche grazie agli investimenti che si stanno facendo sulla formazione del personale di vendita. In Russia, primo mercato estero per questa realtà, aprirà a metà novembre il primo negozio del brand a San Pietroburgo, portando a 14 il numero degli spazi commerciali dedicati alle colorate borse del marchio nel Paese.

 

A Firenze è prevista per fine ottobre la “re-location” del monobrand Braccialini, che dal ’93 si trova in via della Vigna Nuova. “Abbiamo ormai diversi articoli da ospitare grazie alle numerose licenze in atto, tra cui quella conclusa di recente con Ambre Italia per gli orologi, e dunque abbiamo bisogno di una metratura più ampia”, fa sapere Lorenzo Braccialini. Il nuovo store, situato nei pressi di Palazzo Vecchio, sarà simile per dimensioni a quello di corso Venezia a Milano, per il quale, tra l’altro, si pensa a un restyling.

 

A fine ottobre è attesa anche la riapertura della boutique Gherardini in via Spiga a Milano, mentre sul fronte Francesco Biasia al Mipel da poco conclusosi è stata presentata ai compratori la prima collezione limited edition (Episode 1) di Biasia Lab, un programma di pronto moda nelle borse, concepito per dare ogni mese nuovi stimoli ai negozianti.

 

 

stats