PIATTAFORME ONLINE

Rebelle: pezzi firmati second hand a portata di click anche in Italia

È sbarcata ufficialmente ieri, 17 maggio, in Italia la piattaforma online per la moda griffata second hand Rebelle. Nata in Germania nel settembre 2013 e progressivamente sviluppatasi in altri Paesi europei (Austria, Gran Bretagna, Svezia, Paesi Bassi, Svizzera e ora anche Polonia e Danimarca), permette di vendere e acquistare capi e accessori, delle ultime collezioni o d’antan, di circa 500 designer brand.

 

A presentare la sua creatura in Italia è arrivata da Amburgo, dove l’e-company ha sede, Cécile Gaulke, trentenne con la passione della moda che, dopo gli studi in economia a Londra e Parigi, inizia la propria carriera nel digital marketing.

 

Nel febbraio 2013 Cécile fonda la società The StyleRemains GmbH, primo passo per concretizzare qualche mese più tardi, insieme al co-fondatore Max Laurent Schönemann, rebelle.com.

 

Oggi oltre 20mila articoli sono in vendita su Rebelle, a cui lavora un team giovane di 50 persone, che svolge ogni giorno un lavoro di ricerca, controllo dell’autenticità e della qualità degli articoli e cura della customer communication.

 

Sia privati che negozi possono entrare a far parte del mondo di Rebelle, caricando sul sito, in modo autonomo e veloce, pezzi del proprio guardaroba. Il venditore fissa il prezzo dell’articolo. La piattaforma trattiene una commissione che va dal 23% al 30%, occupandosi dell’intero processo, dal controllo qualità allo shooting fotografico, dalla descrizione dell’articolo alla sua spedizione.

 

La crescita del business è stata di oltre 150% nel 2015 sul 2014, avendo potuto contare Rebelle su una forte fidelizzazione degli utenti (oltre il 50% degli ordini viene da clienti abituali) e su un target internazionale (il 35% circa dei ricavi è arrivato dall’estero). Il prodotto più venduto sono le borse. I marchi più gettonati Louis Vuitton, Hermès, Chanel, Gucci e Prada. L’80% dell’offerta sul sito proviene da privati, contro un 20% di proposte commerciali.

 

L’Italia rappresenta evidentemente un mercato importante per Rebelle, vista la forte affinità con le griffe, l’interesse verso il vintage e il second hand, la grande densità di articoli presenti e anche di vintage store e naturalmente la sensibilità e la lungimiranza nell’individuare i trend.

 

 

stats