PITTI BIMBO 85

Neil Barrett torna in Fortezza per il lancio del kidswear

Momento di grande effervescenza per Neil Barrett: pochi giorni fa il marchio che fa capo al designer inglese ha tenuto a battesimo con la sua sfilata uomo e donna la nuova sede milanese di via Ceresio 7, e ieri (22 giugno) a Firenze ha presentato la collezione che segna la collaborazione nel kidswear con Manifatture Daddato.

 

Per questo esordio Neil Barrett ha scelto Pitti Bimbo, proprio come aveva fatto nel 2000, quando la sua linea uomo era stata lanciata sul mercato con una sfilata a Firenze. Lo ha raccontato il designer in un'intervista pubblicata sull'ultimo numero di fashion dedicato completamente all'ultima edizione di Pitti Bimbo.  

 

«Per iniziare - ha raccontato - abbiamo deciso di rivolgerci  unicamente al ragazzino, con un’età compresa tra i 4 e i 14 anni. Il menswear è il mio punto di forza e mi è sembrato naturale cominciare con una proposta che esprimesse appieno il mio mondo. È una collezione pensata per un bambino urbano e dinamico, curioso ed esigente, che fin da piccolo vuole esprimersi anche attraverso l’abbigliamento».

 

Nel botta e riposta Barrett spiega che il lancio del kidswear rientra nel progetto più ampio di espansione dell’universo del brand avviato già da tempo.

 

«È cominciato un paio di stagioni fa con l’introduzione di una capsule di skiwear ed è proseguito con la presentazione di Blackbarrett nel mercato internazionale. Diciamo che l’ingresso nel settore under 14 è un ulteriore passo ed esprime la volontà di ampliare sempre di più l’offerta ed esplorare nuovi segmenti».

 

La nuova collezione primavera/estate 2018, presentata in occasione del Pitti Bimbo, si caratterizza da uno stile sportivo e urbano arricchito da tocchi di eleganza sartoriale.

 

«Il progetto - prosegue lo stilista, che in carriera ha occupato posizioni di spicco per brand come Prada e Gucci - è fortemente influenzata dal mio lavoro nell’uomo e, in un certo senso, è un’estensione dello stesso pensiero. Tutti i capisaldi del guardaroba Neil Barrett saranno presenti, ma rivisitati per adattarsi all’universo dei bambini. La sfida è stata reinterpretare i codici stilistici del brand e renderli maggiormente accessibili: mi sono imposto di creare capi immediati, spiritosi e desiderabili.

 

E quando si tratta di scegliere il capo preferito del guardaroba in taglie mini, non ha dubbi: «Il motivo “ thunderbolt”, che nel tempo è diventato sinonimo del brand, è certamente uno dei temi centrali. Lo abbiamo reinterpretato in colori vivaci, accentuandone lo spirito cartoon e restituendogli la sua valenza pop».

 

Il testo completo dell'intervista a Neil Barrett è pubblicato sul numero 8 di Fashion, distribuito dal 22 giugno.

 

stats