PITTI UOMO

Lubiam si aggiudica il Premio Pitti Immagine Uomo e cresce a doppia cifra

Lubiam, tra gli habitué del salone fiorentino, si aggiudica il Premio Pitti Immagine Uomo 2016 e affronta la rassegna forte di numeri in crescita: la realtà made in Mantova ha chiuso il 2015 con un incremento dell'11% e ha dato nuova linfa all'azienda, con circa 35 nuove assunzioni (+10%).


Nuove risorse per l'impresa guidata dalla quarta generazione della famiglia, che accoglie il premio con grande soddisfazione: «Siamo molto orgogliosi di ricevere questo importante riconoscimento - commenta Giovanni Bianchi (nella foto) -. Pitti Immagine Uomo è per noi ormai da decenni un appuntamento irrinunciabile ed è determinante nella vita e nel lavoro dell’azienda».

 

La sinergia che si è venuta a creare tra Lubiam e la fiera va ben oltre le sue infinite opportunità di sviluppo del business: «Di stagione in stagione ci spinge a essere sempre più propositivi e innovativi - aggiunge -. Ogni edizione ha sempre una sua unicità, si fa un'esperienza inedita, nella certezza di avere un partner consolidato».

Il premio arriva in un momento di significativo sviluppo per questa storica impresa, attiva sul mercato dal 1911: dopo aver archiviato il 2015 sfiorando i 50 milioni di euro, con una crescita a doppia cifra, la corsa continua anche nei primi mesi del 2016 (+8% il fatturato tra gennaio e aprile), grazie alle performance sia in Italia, sia all'estero.

Il mercato domestico è rimasto stabile con il mantenimento del parco clienti, che ha permesso al giro d'affari di aumentare del 15%. Anche l'export (che vale il 45% del turnover) si è mostrato molto dinamico, attraverso il dialogo con nuovi partner multibrand, in particolare negli Stati Uniti (+19%), in Svezia e Russia (+30%) e Spagna (+37%).

Gli States, in particolare, si riconfermano il primo mercato estero, con un'incidenza del 34% sul totale. A seguire, Francia, Giappone, Svizzera, Canada, Paesi Bassi e Russia. Giappone e Canada rappresentano per l'azienda aree strategiche su cui scommettere, ma pure l'Europa resta degna di attenzione.


Un impulso commerciale nel segno dell'internazionalizzazione per Lubiam, sostenuto dall'interno: nonostante il periodo critico, la società nel corso del 2015 ha assunto 36 nuove persone, delle quali 29 a tempo indeterminato e sette passate da contratti a scadenza a tempo indeterminato, incrementando del 10% il numero dei dipendenti.
 

stats