PROGETTI

Repetto: a passo di retail tra Milano e Shanghai

Repetto, azienda parigina specializzata in scarpe da ballo e flat shoe, punta alla distribuzione worldwide: a partire dal corner al terzo piano della Rinascente di Milano (nella foto), appena inaugurato. Nel 2013 è previsto lo sbarco in Cina, ma anche il nostro Paese è in pole position. A dicembre è inoltre in arrivo la prima collezione di ready to wear.

 

"Oggi per noi l'Italia è la nazione best selling, dopo Francia e Giappone –ha dichiarato Jean-Marc Gaucher, presidente di Repetto dal 1999, presente all'inaugurazione–. Nonostante la crisi finanziaria che sta attanagliando l'Europa, credo che aprire negozi nel vostro Paese rappresenti un buon investimento sul lungo periodo". Non è escluso che la presenza nel department store milanese sia solo il volano per un'ulteriore espansione in Italia nel 2013: un flagship dedicato nel Quadrilatero della moda è al momento "più di un'idea", a detta di Gaucher.

 

Per ora, è prevista con certezza l'espansione nella Repubblica Popolare l'anno prossimo a partire da Shanghai, a cui seguiranno opening a Singapore e in Indonesia, senza dimenticare il Middle- East, attualmente il nuovo mercato di riferimento per il brand, che ha inaugurato in settembre uno shop a Dubai. Altra zona d'interesse è l'area giapponese, dove sono sorti quattro nuovi negozi in soli nove mesi (tra cui Tokyo) a partire da inizio 2012. Un successo che rispecchia le aperture dell'ultimo trimestre, che hanno interessato anche Taiwan, la Corea e Hong Kong, oltre alle città di Dubai e la già citata Tokyo, luoghi dove il marchio ha intenzione di continuare a espandersi. Senza dimenticare il proprio Paese natale, la Francia: il prossimo store nel territorio, dopo Cannes, sarà ad Aix-en-Provence a novembre.

 

Sul fronte prodotto, Repetto si affaccia al mondo del ready to wear: la sua prima linea femminile sarà lanciata a dicembre e si ispira al mondo onirico del balletto, sebbene non sia riservata alle danzatrici, bensì a tutte le donne. Il nuovo business coincide con la volontà di estendere anche il settore borse, accessori che coprono ora il 10% del fatturato, e che si caratterizzano per la semplicità, bandendo ogni tipo di dettaglio gioiello, coerentemente con l'identità della produzione di calzature. "C'è una volontà di ampliare anche il settore bambino – ha sottolineato Gaucher –anche se per ora non rientra nelle priorità dell'azienda, a causa dei costi elevati delle scarpe per i più piccoli, che non attirano i Paesi emergenti, anche se una collezione d'abbigliamento anche per questa fascia d'età potrebbe forse concretizzarsi in futuro". Nel mese di luglio 2013 è in programma inoltre il lancio del profumo della griffe, in collaborazione con Interparfums.

 

Le partnership continueranno anche per le storiche ballerine, firmate negli anni passati da stilisti del calibro di Issey Miyake e Karl Lagerfeld: l'1 ottobre sarà svelata la nuova limited edition, ancora top secret.

 

stats