Partnership

Kering e H&M alleati sul fronte della sostenibilità

Il gigante francese Kering, attraverso la controllata Puma, e il gruppo svedese del fast fashion H&M hanno deciso di testare una nuova tecnologia proposta dalla start up Worn Again, che permette di riciclare il poliestere e il cotone di capi o tessuti usati.

 

Oggi il progetto è nella sua seconda fase di test e vuole dimostrare che la tecnologia, unica nel suo genere, è commerciabile e può essere una soluzione efficace, quando si parla di riciclaggio nel tessile e abbigliamento.

 

Nel 2014 la produzione globale di poliestere e di cotone è stata di circa 65 milioni di tonnellate, ma si calcola che la domanda di queste fibre possa raggiungere i 90 milioni di tonnellate nel 2020. L'idea è che la nuova tecnologia vada a ridurre l'uso di petrolio, materia prima del poliestere, e abbia un impatto positivo sulle fibre cellulosiche.

 

«Alla lunga questa innovazione cambierà il modo di fare moda - ha dichiarato Anna Gedda, head of sustainability di H&M -. In più ci avvicina all'obiettivo di produrre secondo un modello circolare». «L'innovazione è ciò di cui abbiamo bisogno per affrontare le sfide ambientali globali», ha detto Marie-Claire Daveu, chief sustainability officer e head of international institutional affairs di Kering.

 

stats