Passaggi di mani

Possibile vendita di Alpargatas (Havaianas) dopo lo scandalo Petrobras

Alpargatas, gruppo brasiliano che controlla marchi come Havaianas e Osklen, potrebbe passare ai fondi di private equity. La controllante, Camargo Corrêa, starebbe valutando la cessione a seguito del coinvolgimento nello scandalo Petrobras (Petróleo Brasilero).

 

Scandalo partito nel 2014 con un'inchiesta per corruzione relativa ai dirigenti di Petrobras e quelli di Btp, cioè delle maggiori aziende locali di costruzioni e lavori pubblici: sono accusati di aver gonfiato i contratti per la costruzione di infrastrutture che avrebbero portato a extra-guadagni, parte dei quali convogliati in fondi neri da "girare" al Partito dei lavoratori (al governo dal 2003).

 

Tra le aziende che fanno parte di Btp, coinvolte nella "Mani pulite" brasiliana, c'è anche la Camargo Corrêa, titolare del 44% circa di Alpargatas, che ora sta pensando di cedere alcune sue partecipazioni per trovare i fondi da destinare agli indennizzi delle aziende danneggiate.

 

Tra i possibili acquirenti di Alpargatas, nota come uno dei maggiori gruppi brasiliani del footwear, circolano già i nomi di fondi come Kkr e Carlyle.

 

Secondo stime, la società vale circa 3 miliardi di real brasiliani (circa 680 milioni di euro). Una cifra al di sotto dei ricavi 2014, pari a 3,7 miliardi di real (+8,3% rispetto all'anno prima) e di oltre sei volte l'ebitda (470,5 milioni di real nel 2014, in calo del 4,8% sul 2013).

 

stats