Performance

Richemont corre (+10%) e si riporta al 25% del capitale di Ynap

Brillano i conti Richemont. Il colosso svizzero del lusso nei primi cinque mesi dell’anno fiscale ha messo a segno un incremento del 10% delle vendite a cambi correnti (+12% a cambi costanti). La performance registrata dal gruppo tra i mesi di aprile e agosto è stata favorita dal segmento gioielli, che nel periodo ha registrato un balzo del 16% a tassi correnti (+17% a tassi costanti).

 

Dal punto di vista geografico, tutti i mercati viaggiano in terreno positivo a cominciare dall’Asia Pacifico (+22% a cambi correnti e +23% a cambi costanti). Corrono anche le Americhe (+9%), il Giappone (+6% a cambi correnti e +11% a cambi costanti), l’Europa (+3% a tassi correnti e costanti). Fanalino di coda, ma sempre in progress, il Middle East e l’Africa (+1% a cambi correnti e +2% a cambi costanti).

 

Sul fronte distributivo Richemont, a cui fanno capo brand come Piaget (foto), Cartier, Van Cleef & Arpels, ha segnato un +10% a cambi correnti (+12% a cambi costanti) nel retail. Crescita ancora più sostenuta in termini percentuale per il wholesale, che ha generato un aumento dell’11% .

 

A margine della diffusione dei risultati finanziari, inoltre, il colosso elvetico ha comunicato di aver portato, tramite l'esercizio della facoltà statutaria di convertire azioni B in azioni ordinarie, la sua partecipazione in Ynap-Yoox Net-a-Porter Group al 25% del capitale votante.

 

stats