Performance in Borsa

In agosto moda sugli scudi a Piazza Affari

Il caldo agostano non ha fermato gli investitori del listino milanese, che hanno dimostrato di prediligere i titoli della moda, a giudicare dalle performance mensili dei più rappresentativi titoli del settore: non ultimo Brunello Cucinelli (nella foto, un look maschile per la prossima estate), che ha appena pubblicato i risultati semestrali. Bene anche Prada a Hong Kong.

 

Il gruppo milanese, quotato nell'ex colonia britannica dal giugno 2011, sta per terminare il mese con un +13%, battendo l'indice di riferimento Hang Seng che nell'analogo periodo ha registrato un +1,3%. Le azioni beneficiano delle performance della società, quotata dal giugno del 2011, che nel semestre chiuso il 31 luglio ha messo a segno un incremento dei ricavi del 36,5%, a 1,55 miliardi di euro. Un'accelerazione trainata soprattutto dai brand Prada e Miu Miu (rispettivamente +40,5% e +23,6%). Coerentemente con la propria strategia di sviluppo, il gruppo ha inoltre continuato ad ampliare il network retail con l’apertura di 28 nuovi negozi (risultanti a fine luglio, cui si aggiungono i recenti opening a insegna Prada di San Paolo del Brasile e di Taiyuan, in Cina).

 

Quanto alle griffe quotate alla Borsa di Milano, la migliore performance è registrata dalla matricola Cucinelli, il cui prezzo, in chiusura di seduta, registra un +27% su base mensile (ma scende di quasi il 6% rispetto al closing di ieri). La realtà umbra - che tra luglio e agosto ha anche inaugurato due boutique, rispettivamente a Taichung (Taiwan) e a Lugano - ha archiviato il primo semestre con un giro d’affari a 135,2 milioni, in salita del 16,1%. I profitti sono diminuiti da 8,8 a 7,6 milioni, ma escludendo gli oneri relativi al processo di quotazione sono saliti del 35% a 11,9 milioni.

 

Acquisti, nelle vacanze, anche su Tod's (+12,6% la performance mensile), che a metà esercizio ha mostrato un'accelerazione di ricavi e utili. La società marchigiana ha raggiunto un fatturato semestrale di 482,5 milioni di euro (+9,8%), sostenuto dal +12% del secondo trimestre dell’anno (dopo il +8% del primo quarter). L'utile si è attestato a 74,4 milioni (+13,7%).

 

Mentre il Ftse Italia All Share nel mese ha registrato un +8%, Aeffe (marchi Alberta Ferretti, Moschino e Pollini) ha a sua volta messo a segno un +14% e Ferragamo un +9%. Il cda del gruppo toscano ha approvato oggi la semestrale: 565,1 milioni di euro il giro d'affari, in progresso del 22,9% e 55,9 milioni il risultato netto (+22,5%).Tutte le aree geografiche di riferimento, Giappone escluso, hanno segnato una crescita superiore al 20%. Con un fatturato pari a 212,4 milioni di euro, l'Asia-Pacifico resta il primo mercato (+25,8%).

 

stats