Pitti Uomo 92

Vecchiato (Lumberjack): «Da settembre pronti i monomarca. Si parte con Dubai»

Dopo il lancio dello scorso gennaio, Lumberjack torna a Pitti Uomo con We, la nuova etichetta che strizza l’occhio all’universo lifestyle con una proposta di giacche “modulari”, abbinate alle calzature. In arrivo il primo monomarca del marchio, che si apre a Dubai. A seguire opening in Italia.

 

«I risultati che abbiamo ottenuto con We sono andati oltre le aspettative - racconta Andrea Vecchiato, a.d. della label in capo al gruppo turco Zylan dal 2012 -. Il Modular Jacket System sarà distribuito infatti in quasi 200 punti vendita qualificati in Italia».

 

Adesso è tempo di declinarlo in versione estiva: al salone fiorentino sono esposte tre giacche (gilet ultralight, giacca water resistant e antivento e giubbino leggero) abbinabili e indipendenti tra loro, vendibili anche singolarmente, che assicurano protezione e comfort, in un periodo dell’anno caratterizzato da notevoli variazioni climatiche.

 

Sul fronte calzature, grande novità è la collaborazione con Vibram, con due inedite linee antiscivolo caratterizzate da battistrada con inserti full grip.

 

Ora scatta il piano retail, con l’opening dei primi monomarca. «Entro settembre - spiega Vecchiato - inaugureremo il primo concept store a Dubai, in collaborazione col nostro distributore di zona e poi sarà la volta dei primi punti vendita in Italia».

 

«Ma - tiene a puntualizzare - la strategia distributiva di Lumberjack in Europa rimane fortemente indirizzata al canale multimarca, in cui vediamo il nostro vero partner».

 

Prosegue l’espansione della label nell’Est Europa, in Middle East e in Asia, dove in progetto c’è l’opening dei primi shop in shop a Hong Kong.

 

Dopo un 2016 chiuso a quota 36 milioni di euro, le previsioni per il 2017 sono di arrivare a sfiorare i 40 milioni:«Ci aspettiamo un export in crescita importante, che arrivi a pesare circa il 20% del fatturato, con l’obiettivo di arrivare al 35% nel 2021».

 

stats