Pitti Uomo

Gas: alla direzione creativa arriva Yossi Cohen. «Ora ci concentriamo sul core»

Il nuovo corso di Gas, illustrato dall'a.d. Enrico Acciai: «Ridiamo valore e forza al nostro core, il denim, e apriamo le porte a nuovi collaboratori». Dalla collezione autunno-inverno 2017-2018 la collezione è affidata alla direzione stilistica di Yossi Cohen.

 

«Abbiamo rivisitato tutte le strategie aziendali, facendo delle scelte coraggiose - racconta a fashionmagazine.it Acciai -. Il nostro core è il denim e su quello abbiamo scelto di focalizzarci. Da ora in avanti la nostra sarà una storia fatta solo di tele blu e di indigo».

 

«Nei momenti di crisi bisogna avere il coraggio di uscire allo scoperto con i propri argomenti - prosegue Acciai -. E poi gli studi di settore indicano che presto il denim tornerà in auge. Un dato di fatto in aree come l'Asia».

 

Una scelta che si accompagna a un'attenta ingegnerizzazione della collezione dal punto di vista dei prezzi, del prodotto, della qualità e delle consegne. «Il tutto legato dal filo conduttore della creatività e della passione».

 

Lo stand a Pitti Uomo è uno statement: sulle pareti esterne, all'interno e sul pavimento ci sono le miniature dei volti dei "Gas People", i collaboratori dell'azienda, ripetute all'infinito e, in fondo, l'allestimento con i capi della collezione estiva.

 

Le persone dal "sangue blu", come sono state ribattezzate negli headquarters di Chiuppano, in provincia di Vicenza. «Rappresentano il know how di un'azienda con una forte conoscenza nel settore del settore. Una vera clinica del denim» chiarisce Acciai, che nel team di Gas ha inserito anche nuove figure: un merchandising manager e un nuovo product manager.

 

Con un giro di affari di 88 milioni di euro nel 2015, Gas conta di chiudere il 2016 in pari. Intanto si appresta a inaugurare otto store nella seconda metà dell'anno: «In arrivo opening a Delhi e Mumbai», annuncia Acciai.

 

stats