Polemiche

Il patron di Zadig et Voltaire si scusa per i commenti sui turisti cinesi

Il numero uno di Zadig & Voltaire, Thierry Gillier, si è scusato per il fraintendimento generato dall'intervista sul progetto di inaugurare a breve un hotel griffato a Parigi. Interrogato da un quotidiano asiatico, l'imprenditore avrebbe dichiarato che la struttura sarebbe stata "esclusiva e non aperta ai turisti cinesi". Ora la marcia indietro.

 

Le dichiarazioni hanno fatto subito il giro del mondo, suscitando anche numerosi appelli di boicottaggio da parte dei consumatori con gli occhi a mandorla, a cui ha subito fatto seguito una smentita da parte di Gillier: "Queste parole riportate non riflettono i miei pensieri e la mia etica del lavoro", ha dichiarato il patron del marchio di abbigliamento in un comunicato. "Le mie parole sono state mal interpretate - ha aggiunto - e comprendo che abbiano potuto ferire i miei amici cinesi di Francia o di altrove. E di questo sono profondamente dispiaciuto".

 

Gillier ha aggiunto che le 40 camere del nuovo hotel saranno ovviamente aperte anche a chi proviene dalla Repubblica Popolare, come a quelli di ogni Paese.

 

 

stats