Poltrone

Diesel: al capolinea l'alleanza Rosso-Formichetti

Proseguono i cambiamenti al vertice di Diesel. Mentre si attende di conoscere il nome del nuovo ceo del marchio, dopo il passaggio di Alessandro Bogliolo a Tiffany, è di oggi, 18 dicembre, la notizia dell'uscita del direttore artistico, Nicola Formichetti, dopo cinque anni di collaborazione.

 

Secondo fonti stampa si tratta di una separazione consensuale, che arriva alla scadenza del contratto con lo stilista italo-giapponese. Sembra che, almeno per il momento, Diesel non nominerà un successore. 

 

Non resta che attendere il nuovo anno, per conoscere le novità nel management del brand, che si appresta a festeggiare nel 2018 il 40esimo anniversario.

 

«Ringrazio Nicola per la collaborazione: rimarrà il ricordo di un momento speciale nella storia del nostro marchio - è il commento di Renzo Rosso, fondatore dell'etichetta -. Lui ha saputo guardare al passato, ai nostri pezzi iconici e li ha rinfrescati nel rispetto del dna del brand».

 

«È stato bello essere parte di Diesel, cominciando dal suo core e dal suo heritage, per ricreare qualcosa di più nuovo - ha spiegato Formichetti -. Ringrazio Renzo per avermi dato questa opportunità, per aver condiviso la mia visione e per aver creduto nel potere della creatività».

 

stats