Previsioni

Persson (H&M) svela i target 2019-2022 al Capital Markets Day

In occasione del Capital Markets Day, il ceo di H&M, Karl-Johan Persson, ha fornito alcune indicazioni più dettagliate in merito ai business del gruppo. A partire dall'e-commerce, che ha raggiunto i 29 miliardi di corone svedesi (circa 2,9 miliardi di euro), corrispondenti al 12,5% delle vendite totali.

 

Il canale online, esteso a 44 mercati, attualmente rappresenta il 22% dell'utile operativo della società. Il management prospetta che l'e-commerce del gruppo cresca del 20% l'anno nel periodo 2019-2022, raggiungendo i 75 miliardi di corone alla fine del quadriennio.

 

Dalle indicazioni dei vertici si apprende che gli altri marchi di proprietà - Cos, & Other Stories, Cheap Monday, Monky, H&M Home e Arket - al momento totalizzano 17 miliardi di corone svedesi (1,7 miliardi di euro circa), vale a dire solo il 7% del fatturato totale. Questa voce, chiamata "New Business", sta crescenedo e dovrebbe marciare a un tasso del 25% l'anno, per raggiungere i 50 miliardi di corone nel 2022.

 

I nuovi store aperti dovrebbero contribuire a un aumento delle vendite globali dell'1-3% annuale. I vertici si attendono inoltre un progressivo shift dal negozio fisico a quello digitale.

 

I ricavi offline, a parità di store, dovrebbero restare negativi nel 2018, ma con un miglioramento sul finire dell'anno. L'inversione del trend, come ha dichiarato l'azienda alla comunità finanziaria, è attesa per il 2019.

 

Le indicazioni fornite oggi, 14 febbraio, all'insegna di una maggiore trasparenza, non sollevano le sorti del titolo alla Borsa di Stoccolma che, poco dopo le 15, registra un calo del 4,8%, a 134,78 corone svedesi.

stats