Querelle

Lady Gaga omaggia Donatella Versace. E "re" Giorgio si arrabbia

In concerto ieri ad Assago, Lady Gaga ha messo in piedi uno spettacolo studiato alla perfezione e animato da ripetuti omaggi alle sue radici italiane. Forse era da studiare meglio l'approccio nei confronti degli stilisti presenti. Tante attenzioni per Donatella Versace e poche per Giorgio Armani, che ha lasciato la platea prima della fine dello show.

 

Nel corso della serata si sono moltiplicati gli ossequi a Donatella per le numerose attenzioni ricevute nel corso del suo soggiorno milanese, fra cui la cena a Palazzo Versace di via Gesù della sera precedente - nel corso della quale la popstar indossava proposte della maison -, seguita da lancio di rose ai numerosi fan dalla balconata dell'edificio. Per Giorgio Armani, che pure l'ha vestita da capo a piedi per più di una volta, solo un ringraziamento collettivo, ossia il suo nome citato dopo quello della maison Moschino.

 

Pare (e non sorprende affatto) che Armani ci sia rimasto male e che, infuriato, sia andato via prima della fine del concerto, dopo un ennesimo "Donatella!" strombazzato dalla cantante, talmente infatuata della Medusa, da aver indossato in un'occasione pubblica un abito identico a quello nero con spille da balia dorate, con cui Liz Hurley si presentò a fianco di Hugh Grant 18 anni fa, scatenando i flash dei fotografi.

 

stats