RETAIL

Le città più appealing? Secondo posto a sorpresa per Kiev

Quali sono i centri che attirano il maggior numero di nuove insegne? Nella sua indagine annuale "How Global is the Business of Retail", Cbre passa al setaccio 320 negozi di 208 città, evidenziando la quantità di retailer al debutto. Sul podio si piazza Hong Kong, seguita - a sorpresa - da Kiev.

 

Hong Kong, che già negli anni scorsi aveva progressivamente scalato la graduatoria, nel 2012 si impone come la città che registra più aziende "neofite" (51), nomi non solo del segmento lusso e per lo più provenienti da Regno Unito e Francia, ma anche da Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud, come Pierre Cardin, Forever 21 e Cos.

 

Si tratta, come sottolinea la ricerca, di una piazza spesso utilizzata dai brand come un trampolino di lancio per penetrare la regione, nonostante molti operatori comincino a bypassarla per entrare direttamente nel mercato cinese.

 

Kiev, come anticipato, conquista la seconda posizione. Nella capitale dell'Ucraina sono approdati brand come Prada (nella foto uno dei negozi della griffe), Camper e S.Oliver: rappresentanti di una lista di ben 39 nuovi operatori. Va però evidenziato che nella top 20 stilata da Cbre sono ben sei i mercati emergenti a conquistare le vette dell'hit parade: accanto a Kiev, avamposti interessanti per i player mondiali risultano essere anche San Paolo (25 new entry), Iasi (19), Muscat (17), Ho Chi Minh City (15) e New Delhi (14).

 

Sul terzo gradino del podio si piazza Berlino, con 28 esordi, specchio della vivacità dell'intero Stato tedesco: nelle prime 20 posizioni compaiono infatti anche Francoforte (20 debutti), Amburgo (19) e Monaco (19).

 

Tra i mercati maturi non mancano le capitali dello shopping mondiale come Parigi (24 nuovi ingressi), Tokyo (24), New York (20) e Mosca (15). Londra, che l'anno scorso era la città leader della classifica, nel 2012 scende al nono posto, con 24 new entry. Nella top list, invece, nessuna città italiana.

 

stats