RICONOSCIMENTI

Gildo Zegna premiato da Mattarella al Quirinale

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha assegnato ieri, 7 marzo, al Quirinale i Premi Leonardo a imprenditori che hanno contribuito in modo significativo ad affermare e consolidare il made in Italy nel mondo. Il riconoscimento principale è andato a Gildo Zegna, a.d. del Gruppo Ermenegildo Zegna, per essersi particolarmente distinto nel promuovere l'immagine dell'Italia nel mondo.

 

Alla cerimonia hanno partecipato il ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, il presidente del Comitato Leonardo Luisa Todini e il presidente dell'Agenzia Ice Riccardo Monti.

 

Tra i vincitori del Premio Leonardo Qualità l’imprenditore del settore food Giovanni Rana e Alberto Vacchi, presidente e a.d. di Ima (Industria Macchine Automatiche), tra i candidati in corsa per la presidenza di Confindustria. Inoltre sono stati premiati Luca Garavoglia, presidente di Davide Campari, Vittorio Livi, numero uno di Fiam Italia e Silvano Pedrollo, alla guida di Pedrollo.

 

Il Premio Leonardo International è stato assegnato a un imprenditore iraniano, Ahmad Pourfallah, che è anche presidente della Camera di Commercio irano-italiana, per aver contribuito a sviluppare e migliorare i legami culturali ed economici tra Iran e Italia.

 

«Un anno trascorso al Quirinale ha rafforzato la mia convinzione che l'Italia dispone di risorse straordinarie, che costituiscono già un ponte prezioso verso il futuro. Dobbiamo avere fiducia in noi stessi»: è stato il messaggio lanciato nel suo intervento dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

A margine dell’incoronazione degli imprenditori è avvenuta anche la consegna di riconoscimenti di laurea per i giovani: un’iniziativa che il Comitato Leonardo promuove dal 1997. Anche in questo ambito si è distinta la moda: Bruno Nardelli, a.d. di Nardelli Luxury e direttore creativo di Liu Jo Luxury, ha consegnato il premio Liu Jo Luxury alla siciliana Cinzia Pinello, laureatasi all’Università Tor Vergata di Roma nel corso di laurea specialistica in Economia e Management, con una tesi intitolata: “I beni di lusso e il fast fashion, due settori a confronto: il caso Liu Jo Luxury”.

 

Fra le altre realtà promotrici di premi di laurea anche Alfredo Canessa-Centro di Firenze per la Moda Italiana, Annamaria S. Leucio, Clementino Bonfiglioli, Centro Orafo Il Tarì, Fabbri 1905, Fondazione Manlio Masi, G.S.E. Gestore Servizi Energetici, Perini Navi e Simest.

 

 

stats