RILANCI

Virata strategica per Versus: addio a Christopher Kane

Dopo un weekend turbolento, in cui sul web si sono rincorsi rumour sulla nomina di Christopher Kane al timone di Balenciaga - notizia prontamente smentita dal diretto interessato -, c'è un altro colpo di scena: si dividono le strade dello stilista scozzese e di Versus, marchio pronto a un importante repositioning (nella foto, Kane con Donatella Versace).

 

In una nota i vertici di casa Versace enucleano i punti chiave intorno a cui si articolerà il nuovo corso di Versus, dal 2009 firmato da Christopher Kane. Al posto del designer arriverà infatti un pool di giovani creativi provenienti da diversi contesti, che sotto la guida di Donatella Versace svilupperà capsule collection, progetti di co-branding e limited edition.

 

Il futuro di Versus sarà soprattutto digital-oriented: "La rivoluzione digitale sta cambiando il nostro mondo e noi vogliamo essere i primi a cogliere le opportunità che essa offre", afferma l'a.d. di Versace, Gian Giacomo Ferraris. La distribuzione avverrà infatti attraverso nuovi negozi di proprietà, accordi di franchising e punti vendita multibrand e, soprattutto, tramite un nuovo e-shop.

 

Cambiano inoltre modi e tempi di presentazione: le collezioni verranno svelate per mezzo di eventi che "non coincideranno necessariamente con il tradizionale format sfilata delle settimane della moda". Per avere qualche dettaglio in più in merito bisognerà aspettare la prossima primavera: il primo happening è in agenda per marzo-aprile 2013. Città prescelta, New York.

 

Altro capitolo, quello relativo alla realizzazione e commercializzazione delle linee: si parla di "nuove procedure e tempistiche per sviluppo prodotto, produzione e distribuzione delle collezioni, che evolveranno secondo un programma non più legato alla stagionalità".

 

"Si tratta di un’evoluzione entusiasmante per Versus e per il mondo della moda. Non vedo l’ora di dare una svolta alle regole tradizionali del settore - ha dichiarato Donatella Versace -. Colgo l'occasione per ringraziare Christopher per il suo eccezionale contributo allo sviluppo di Versus nel corso di sei stagioni, durante le quali ho potuto apprezzarne il talento straordinario. Gli auguro ogni bene per lo sviluppo della sua linea. Avrà sempre il mio totale supporto".

 

Quanto allo stilista scozzese, classe 1982, titolare di una label che porta il suo nome, in questi ultimi giorni è salito alla ribalta anche per un fashion gossip partito dal quotidiano francese Le Nouvel Observateur, che lo aveva indicato come il successore sulla poltrona stilistica di Balenciaga, al posto di Nicolas Ghesquière. Un'indiscrezione che nel giro di poche ore si è diffusa con la velocità prorompente del web e che ha costretto il diretto interessato a bloccare l'onda mediatica (che però ha già raggiunto la sua biografia su Wikipedia): "Le voci che circolano sulla nomina di Christopher Kane come direttore creativo di Balenciaga sono infondate" ha infatti dichiarato un portavoce dello stilista a wwd.com.

 

Vero è comunque il fatto che Kane rientra nella lista dei candidati papabili alla corte della storica casa di moda d'Oltralpe nell'orbita di Ppr, accanto a nomi come Proenza Schouler, Alexander Wang e Joseph Altuzarra, e che il ceo della griffe, Isabelle Guichot, ha parlato di trattative in "fase avanzata". Di certo l'uscita da Versus non dissiperà i dubbi.

 

stats