RIORGANIZZAZIONI

Geox annuncia 90 “tagli” a Montebelluna

Risultano 90 gli esuberi presso la sede centrale di Geox spa a Montebelluna. L’azienda delle calzature che respirano lo ha comunicato ieri in un’assemblea informativa ai 545 dipendenti della capo gruppo, alla presenza dei rappresentanti delle tre principali sigle sindacali.

 

Settimana prossima si entrerà nel vivo delle trattative con le parti sociali per “gestire” questi tagli.

 

A Montebelluna, in provincia di Treviso, hanno sede anche le società del gruppo XLog (che si occupa di logistica) e GeoxRetail (attiva nella distribuzione), con una settantina di dipendenti ciascuna: realtà non interessate per il momento al piano di ridimensionamento degli organici.

 

Le ragioni che spingono il management ad “alleggerire” Geox spa sono motivate principalmente dal fatto che l’azienda è molto esposta nei Paesi mediterranei: mercati che stanno soffrendo e per i quali non si intravvedono a breve segnali di ripresa. Inoltre, è in atto un processo di razionalizzazione e maggiore focalizzazione sull’estero, in particolare sull’Asia (Cina, Hong Kong, India e Indonesia), aree che possono garantire maggiori margini di crescita per questa realtà delle calzature. Si parla, dunque, di “processo evolutivo” della compagnia guidata da Mario Moretti Polegato, che tuttavia, precisano i vertici, non si tradurrà in una delocalizzazione delle funzioni accentrate nel Veneto.

 

 

stats