RISULTATI ANNUALI

Salvatore Ferragamo: il fatturato cresce del 9% nel 2013

Ricavi consolidati in crescita del 9% a cambi correnti (dell’11% a cambi costanti), a quota 1.258 milioni di euro, per il gruppo Salvatore Ferragamo nell’esercizio 2013. Incrementi a doppia cifra si registrano in tutte le aree geografiche, con la sola eccezione del Giappone. Sul fronte dei prodotti, la performance migliore è delle borse e degli accessori in pelle: +18%.

 

L’area Asia Pacifico si conferma il primo mercato in termini di ricavi per la società fiorentina, con un fatturato che rappresenta il 37% del totale, in salita del 10% nel 2013. Particolarmente importante in questa regione è stato il contributo dei negozi diretti presenti in Cina, che hanno evidenziato tassi di crescita del 20% rispetto al 2012.

 

L’Europa mette a segno un +13% «grazie alla capacità del marchio Salvatore Ferragamo di intercettare i flussi turistici internazionali», come si legge in un comunicato. Nel Nord-America il business progredisce del 12%, mentre in Giappone l’incremento dei ricavi è solo dell’1%: un risultato che si tramuta in un decremento del 13% a tassi di cambio correnti, a causa dell’andamento sfavorevole della valuta locale. (Nella foto, un'uscita dell'ultima sfilata uomo di Salvatore Ferragamo)

 

 

stats