RIVELAZIONI

Per Karl Lagerfeld sospetta evasione fiscale da 20 milioni

Sospetto di evasione fiscale per Karl Lagerfeld. Il fisco francese ipotizza che lo stilista, direttore creativo di Chanel e Fendi, abbia evaso oltre 20 milioni di euro, attraverso una serie di incroci finanziari fra diverse società.

 

A rivelare l'indagine è il settimanale francese L'Express, secondo cui Lagerfeld avrebbe nascosto l'ingente somma grazie a delle architetture finanziarie transitate in Francia, in Irlanda, ma anche nelle Isole Vergini e gli Stati Uniti.

 

«I servizi di Bercy - si legge sul settimanale - sospettano che nell'arco di sei anni, l'uomo dagli inamovibili occhiali neri avrebbe omesso di dichiarare più di 20 milioni di euro». Il Ministero delle Finanze francese, contattato dall'agenzia di stampa transalpina Afp, non ha voluto confermare la notizia, citando "il segreto fiscale". Il portavoce di Karl Lagerfeld non ha voluto fare commenti. Al momento la notizia non è stata commentata nemmeno dal portavoce del designer.

 

Le indagini, a quanto riportato dal settimanale francese, si starebbero concentrando intorno alla libreria 7L, fondata da Lagerfeld a Parigi nel 1999 e introno al business fotografico dello stilista. Secondo l'Express, la libreria, che ospita anche uno studio fotografico è di proprietà di una società britannica e trae profitto dall'attività di fotografo di Lagerfeld, ma non paga le tasse.

 

stats