Real estate a Milano

All'asta un nuovo negozio in Galleria. Si parte da 232mila euro l'anno

Continua il percorso di valorizzazione della Galleria Vittorio Emanuele II. La Giunta ha infatti approvato le linee di indirizzo di una gara pubblica per la concessione di un altro negozio del "Salotto" di Milano. Si tratta di due vetrine in piazza Duomo 21, attualmente in uso alla gioielleria Grimoldi, il cui contratto d’affitto scade il 17 gennaio.

 

Il nuovo canone annuo di affitto del negozio, attualmente fermo a 190.164,96 euro, è stato rivisto secondo le ultime stime dell’Agenzia delle Entrate riferite a negozi commerciali in Galleria e la base d’asta della gara sarà di 231.968,00 euro l’anno (ovvero 1.760,00 euro a metro quadrato).

 

In totale controtendenza con il mercato immobiliare milanese (e non), i prezzi dei bandi sono schizzati in molti casi alle stelle: grazie alla nuova politica di assegnazione degli spazi, in dieci anni gli incassi degli affitti della Galleria per Palazzo Marino sono passati dagli 8 milioni del 2007 ai 30 attuali, con prospettive crescenti anche per i prossimi anni (sono già previsti 2 milioni in più per il 2018).

 

Tornando alla location in piazza Duomo, l’aggiudicazione del negozio avverrà secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, con la presentazione di una proposta economica e una tecnica, in cui verrà descritto il tipo di attività che si intende svolgere.

 

L’intenzione dell’amministrazione è far sì che il punto vendita proponga un’attività altamente qualificata, con una vetrina dell’eccellenza italiana.

 

Saranno infatti idonee a partecipare al futuro bando le attività di commercializzazione di gioielli, prodotti di alta moda a firma italiana, oggetti di arredo e design, opere d’arte e prodotti enogastronomici di alta gamma, senza la possibilità della somministrazione.

 

 

stats