Retail Real Estate

I centri commerciali scommettono su digitale, social e cross-canalità

Oggi, 15 dicembre, durante il Christmas Meeting milanese del Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali (Cncc), dal titolo “Shopping Center 3.0: il social con due milioni di utenti”, si è discusso di interazione con il mondo digitale, cross-canalità ma anche di idee e proposte di legge per il settore.

 

A fare gli  onori di casa il presidente di Cncc, Massimo Moretti, head of retail di Beni Stabili, che ha ricordato il peso specifico del comparto in Italia: «Parliamo di 969 strutture, 365mila dipendenti, 30mila-40mila punti vendita, con un fatturato di 51 miliardi di euro e circa 2 miliardi di visitatori, che però chiamare tali è diventato riduttivo. Bisogna piuttosto considerarli utenti del mega “social” che rappresentiamo».

 

«Ormai - ha aggiunto Moretti - anche il retail real estate è legato a doppio filo con la tecnologia e deve fare i conti con i conseguenti e velocissimi cambiamenti in atto nel commercio e nel rapporto con i consumatori: bisogna prendere atto, strutturarsi e agire di conseguenza ».

 

«Parallelamente – ha proseguito - è necessario portare avanti il dialogo con le istituzioni per rendere migliore la vita dei centri commerciali, snellire le procedure amministrativo-burocratiche e poter disporre, grazie alla collaborazione con l’Agenzia del Demanio, di beni in disuso nelle città, dando nuova linfa vitale a zone altrimenti degradate. Vedo bellissime premesse, ma ora dobbiamo passare dalle parole ai fatti».

 

Presenti al convegno il senatore Vincenzo Gibiino, presidente dell’Osservatorio Parlamentare sul Mercato Immobiliare e la senatrice Maria Spilabotte, vice presidente della Commissione Lavoro: entrambi hanno dichiarato la loro disponibilità a sostenere il settore.

 

Spilabotte ha proposto al Cncc di collaborare al suo nuovo progetto, ancora in fase di studio, di “card previdenziale integrativa”, che consentirebbe alle persone, facendo acquisti nei centri commerciali ma non solo, di arricchire il proprio monte previdenziale, in modo di arrivare alla pensione con una somma aggiuntiva.

 

stats