Riassetti

Il controllo di Caruso a Fosun. Marco Angeloni promosso ceo

Per Caruso via libera a un aumento di capitale, a carico principalmente del socio cinese Fosum. L'effetto immediato della ricapitalizzazione è stata la ricomposizione dell'assetto societario, con la maggioranza che passa al gruppo cinese, mentre Umberto Angeloni e il socio Ruggero Magnoni mantengono una quota di minoranza.

 

Il riassetto ha avuto anche un impatto sulla governance: Umberto Angeloni ha lasciato i suoi incarichi operativi, che sono passati nelle mani del figlio Marco Angeloni (nella foto), già coo dell'azienda e che da novembre è il nuovo amministratore delegato.

 

L’iniezione di capitale, il cui valore non è stato reso noto, servirà a rafforzare il business dell’azienda, che impiega oggi 500 persone. Fosun e il suo fondatore e presidente Guo Guanchang avevano investito per la prima volta nel marchio di abbigliamento maschile made in Italy nel 2013, quando avevano rilevato il 35% delle quote.

 

Caruso è stata fondata a Soragna (Parma), dove ha tuttora sede, nel 1958. La partnership con Fosun è stata da subito cruciale per il progetto retail del marchio: grazie agli investimenti del gruppo, quotato a Hong Kong dal 2007, sono stati aperti importanti flagship store a Milano e New York.

 

Il nuovo ceo Marco Angeloni ha conseguito un Mba all'Insead di Fontainebleau/Singapore. Ha alle spalle esperienze nell'investment banking e nella consulenza strategica nel settore lusso presso Bain&Co.

 

stats