Riassetti

Nike: movimenti nel management. Al timone di Converse arriva Davide Grasso

Per supportare la continua crescita, il Gruppo Nike riorganizza parte del suo staff. In primis cambia la leadership della controllata Converse: dopo quasi cinque anni Jim Calhoun se ne va «per perseguire altri interessi» e sulla poltrona di presidente e ceo sale l'italiano Davide Grasso (nella foto).

 

Davide Grasso è in Nike da più di 20 anni e da tre ricopre il ruolo di chief marketing officer del brand. Con l'ascesa al vertice di Converse le sue responsabilità passeranno a un altro veterano del colosso americano dello sportswear, Greg Hoffman, attuale vice president per l'area Global Brand Creative and Experience.

 

Michael Spillane, attuale vice president/general manager per il Footwear di Nike e da nove anni in azienda, succede a Jeanne Jackson nel ruolo di presidente della divisione Prodotto e Merchandising. Jackson lavorerà in stretto contatto con Mark Parker, presidente e ceo del Gruppo Nike.

 

Inoltre aumentano le responsabilità di Elliott Hill, che da presidente per le Geographies and Sales, diventa presidente Geographies and Integrated Marketplace, con la supervisione dei business wholesale e direct to consumer. Heidi O’Neill prende invece il posto di Christiana Shi che si ritira dalla presidenza dell'area DTC (direct to consumer). O’Neill è in Nike dal 1998 e dal 2014 era vicepresente per i Nike store.

 

Spillane e Grasso riporteranno direttamente al ceo Parker. Hill e Hoffman riferiranno invece a Trevor Edwards, presidente del brand Nike.

 

stats