Riassetti

Paris Group vuole fondere la Gianfranco Ferré e la Itc

Nell'obiettivo di rilanciare il business, Paris Group gioca la carta della fusione tra la Gianfranco Ferré e la Itc. La realtà di Dubai, infatti, a breve procederà a fondere la società milanese della griffe e l'azienda bolognese, ripristinando il modello produttivo originario della Gianfranco Ferré (ovvero pre-Perna).

 

La riorganizzazione si è resa necessaria anche in seguito al ridimensionamento della stw Itc, dove oggi sono operativi 19 lavoratori (di cui sette in cassa integrazione), dopo i 28 licenziamenti del 30 aprile, concordati con i sindacati.  



Il nuovo modello di business intrapreso dall’azienda prevede l’esternalizzazione della produzione della prototipia, ma Paris Group garantisce che la prima linea resterà made in Italy. Lo staff bolognese della Itc lavorerà a stretto contatto con l’ufficio stile Gianfranco Ferré, occupandosi della logistica, delle materie prime, della selezione e ricerca dei fornitori, della supervisione della produzione esterna, del controllo qualità e della distribuzione.   

 


Anche sul fronte milanese proseguono la manovre riorganizzative della maison. Abbandonata la storica sede di via Pontaccio dopo il mancato accordo per l'acquisto con la famiglia Ferrè, proseguono le ricerche di nuovi headquarters: "Al momento stiamo valutando un paio di location interessanti, ma i tempi materiali per transazioni di questa portata non sono mai immediati", fanno sapere da Paris Group. 

 

 

stats