Riassetti azionari

I Romitti salgono al 100% di Keyart

La famiglia Romitti, già titolare del 50% del capitale di Keyart, ha rilevato l'altra metà in mano a Stefano Olmi, arrivando così al controllo totale della società di Carpi, specializzata nella moda infantile. In programma investimenti per rafforzare la posizione sui mercati di riferimento ed espandersi all'estero.

 

L’operazione, come spiega una nota, segue la decisione di Olmi di lasciare gli incarichi in Keyart per focalizzarsi sulle altre realtà operanti nel campo dell’abbigliamento di cui è socio.

 

Tra i nuovi progetti su cui punta l'azienda di abbigliamento bimbo c'è lo sviluppo del progetto retail Bottega Keyart e il recente ingresso di un nuovo brand nel portafoglio, Kid’s Company. Nelle stime del management, queste iniziative dovrebbero garantire una crescita del 30% fatturato nei prossimi tre anni, mentre il 2013 dovrebbe chiudersi con ricavi pari a 15 milioni di euro, sostanzialmente in linea con l'anno prima.

 

La storia di Keyart inizia 40 anni fa, quando Mauro Romitti e la moglie, Isa Goldoni, fondarono la Gold Par, unità produttiva che a metà degli anni Duemila diede vita al business attuale, in seguito all'ingresso in azienda dei figli Gianni e Nicola (nella foto), insieme ai precedenti soci. Oggi Keyart è sinonimo di collezioni made in Italy in piccole taglie, con i brand Muffin & Co., Illudia e Paesaggino, insieme a La Martina Junior, Denny Rose Young Girl e Kid's Company.

 

 

stats