Ricavi preliminari

Ynap supera i 2 miliardi di fatturato

Nel 2017 i ricavi di Yoox Net-a-Porter Group (Ynap) salgono a 2,1 miliardi di euro, in aumento dell'11,8% (+16,9% a cambi e perimetro costanti). Quello appena terminato è il primo anno in cui le vendite in mobilità hanno superato il 50% dei ricavi totali del gruppo.  

 

La performance, che rispecchia le stime degli analisti sentiti da Reuters, beneficia della crescita in tutti i maggiori mercati.

 

In Italia Ynap ha totalizzato 142,6 milioni di euro di vendite (+14,3%) e in Regno Unito 286,8 milioni (+13,7% a cambi costanti). Nel resto d'Europa le vendite sono salite a 548,6 milioni (+12%).

 

Fuori dai confini europei il maggiore mercato è il Nord America: 632,2 milioni di ricavi, in progresso del 12,8% a cambi costanti. Il turnover in Asia-Pacifico sono balzate a 355,8 milioni (+22,2% a cambi costanti e +17,7%).

 

I business più dinamici dell'anno sono quelli dei multimarca di moda online "in season" Net-a-Porter e Mr Porter (+18,3% la crescita organica). Segue quello dei siti monomarca gestiti per note griffe (+20,8%).

 

A tal proposito dal gruppo riferiscono di «un'ottima performance» della joint venture con Kering e del lancio, con la maison Valentino, di un nuovo modello di business omnicanale, Next Era, che quest'anno debutta su valentino.com.

 

Il progetto, come si legge nella nota, permetterà ai brand spedizioni in tempi più rapidi e un vasto assortimento online, grazie al network logistico di Ynap unito alle boutique fisiche e ai centri logistici del marchio. Sarà inoltre possibile una profilazione più completa della base clienti e una visione integrata fra retail fisico e online.

 

Il multimarca off season Yoox e The Outnet hanno complessivamente realizzato un +14,9% delle vendite, grazie all'ampliamento del portafoglio brand. Yoox nell'anno ha aggiunto Versace e Sergio Rossi.

 

The Outnet vede tra le novità del 2017 Altuzarra e Tabitha Simmons, in più ha ampliato la gamma della private label Iris & Ink, con il lancio dell'activewear e del beachwear.  

 

Per quanto riguarda le metriche di Ynap, i clienti attivi sono passati da 2,9 a a 3,1 milioni, gli ordini sono saliti da 8,4 a 9,5 milioni e le visite da 715,5 a 842,2 milioni. In calo l’ordine medio a 328 euro, dai 334 euro del 2016, per effetto, come spiegano dal gruppo, dell'effetto sfavorevole dei tassi di cambio.

 

Nel quarto trimestre il giro d'affari della società si è attestato a 575,1 milioni, con una crescita organica del 13,2% e del 6,9% reported, che tiene conto della temporanea riduzione dell‘assortimento di prodotto sulla piataforma The Outnet, dovuta alla migrazione dei centri logistici. Una situazione che, spiega il ceo Federico Marchetti, «è ormai alle spalle».

 

Dopo i rialzi della mattinata, in chiusura di seduta a Piazza Affari il titolo Ynap si muove intorno la parità a 29,36 euro. L'indice Ftse Mib segna un -0,21% (nella foto di Guy Aroch, una campagna Mr Porter).

 

stats