Rilanci

Camperio conferma l'interesse per Borsalino. «Ma Bo Zhang non c'entra»

«Confermo il mio interesse, dopo oltre due anni di lavoro e ingenti investimenti sostenuti, a seguire l'ipotesi di salvataggio di Borsalino Giuseppe e Fratello». Philippe Camperio commenta la notizia uscita ieri su fashionmagazine.it e altri siti. Ma nega che tra i finanziatori ci sia l'uomo di affari cinese Bo Zhang.

 

«Non conosco questo uomo d'affari - dichiara - ed Haeres Equita (veicolo finanziario con cui ha preso in affitto nel 2015 il ramo di azienda di Borsalino, ndr), a oggi, non ha alcuna garanzia contrattuale esercitabile nei suoi confronti riferibile a finanziamenti ricevuti».

 

E rassicura dipendenti e sindacati: «Confermo, come peraltro ho sempre dichiarato in ogni sede, che il business plan di Haeres Equita, se diverrà titolare delle attività di Borsalino Giuseppe e Fratello, non prevede alcuno spostamento dello stabilimento produttivo della medesima da Alessandria, né tantomeno dei suoi dipendenti: Borsalino è e rimarrà un'azienda italiana del lusso».

 

stats