Rilanci

Le cravatte Ulturale si rilanciano grazie a nuovi azionisti

Pensa in grande, forte di un prodotto prezioso nei tessuti e nelle lavorazioni e soprattutto dell'ingresso di  nuovi soci, il marchio Ulturale, con alle spalle una storia di successo da specialista della cravatta, poi entrato in difficoltà. E ora l'obiettivo è riposizionarsi vertici del mercato degli accessori maschili di lusso. «Abbiamo un progetto molto ambizioso», spiega il nuovo presidente Alessandro Rombelli.

 

Rombelli (un lungo trascorso in Jp Morgan) ha acquistato l'azienda napoletana insieme ad altri soci alla fine del 2014 e ha subito avviato un articolato piano di restyling. Una strategia mirata che, come tiene a sottolineare il manager, prevede «un’espansione della rete retail con apertura di monomarca nelle location chiave italiane, lo sviluppo delle rete wholesale all’estero con particolare attenzione al mercato Usa, ai mercati asiatici».

 

Il primo passo di questa strategia è stato quello di inaugurare la prima boutique-showroom a Milano, in via Bigli 6, che va ad affiancarsi allo storico negozio di Napoli. Poi per spingere le collezioni, la nuova compagine di Ulturale ha ripensato il marchio (nuovi packaging) e rivisto la creatività (introducendo tagli e materiali più fashion).

 

«L'intento è innanzitutto quello di far conoscere e comunicare l'eccellenza del prodotto, ma anche spiegare che le nostre cravatte hanno sempre qualcosa di sorprendente e innovativo, come il cornetto di corallo portafortuna », riassume Rombelli.

 

Per affrontare la nuova vita, Ulturale ha pianificato il debutto a Pitti Uomo proprio in questi giorni e ha messo a punto una strategia commerciale in chiave premium.

 

«Partiamo da un fatturato che era molto sceso negli ultimi tempi  – puntualizza il presidente - con l'obiettivo di superare 2/3 milioni di euro nel breve periodo. Sappiamo che i risultati migliori potranno venire dal Giappone, ma guardiamo anche all'Europa e vogliamo spingere sugli Stati Uniti».

 

Per ora la distribuzione wholesale si incentra specialmente sul mercato giapponese dove Ulturale è presente in realtà prestigiose quali Tomorrow e Beams.

 

Nel 2015, Ulturale ha avviato una collaborazione con la showroom Tomorrow che distribuirà, attraverso i propri spazi di Milano e Parigi, una capsule collection realizzata ad hoc per i più rinomati department store, concept store e fashion boutique del lusso internazionali.

 

stats