Rilanci

Pinko firma la nuova era di Uniqueness

Dopo un break di due stagioni, Pinko riporta alla ribalta l'etichetta Uniqueness. Archiviata la collaborazione con Alessandra Facchinetti, è stato deciso di reinterpretare il progetto come contenitore-laboratorio per artisti, designer e fotografi. Il primo atto di questo esperimento sono i 12 look realizzati per l’autunno-inverno 2014/2015 dalla stylist Viviana Volpicella.




La capsule collection (che rielabora in maniera speciale i capi della collezione premium Pinko Black) sarà disponibile a partire da giugno online e negli Hybrid shop del marchio, ovvero in quelle boutique pensate come un mix tra store reale e piattaformo e-commerce dove è possibile esplorare l’intera collezione e scegliere anche quei pezzi che non sono disponibili in negozio attraverso una serie di maxi-schermo.



«Pinko ha sempre avuto particolare sensibilità ed attenzione verso tecnologia e innovazione. Questo si concretizza in Pinko Uniqueness che unisce un nuovo modello di business alla punta più alta del mondo Pinko in termini di prodotto e contenuto», ha spiegato Pietro Negra, presidente di Cris Conf, a cui fa capo il marchio.  



Dopo la presentazione alla stampa di ieri all'interno del monomarca Pinko di via Montenapoleone, il nuovo corso di Uniqueness sarà svelato al pubblico con un evento all'interno dello store di Firenze in giugno, durante i giorni di Pitti Uomo. Tra i negozi destinati a trasformarsi in Hybrid e ospitare anche Uniqueness ci saranno quelli di Parigi, Londra e Mosca, oltre a quello in apertura a Milano in zona Brera.



Stando ai piani dell'azienda, il progetto Uniqueness è destinato a rinnovarsi in continuazione attraverso il lancio di capsule collection e progetti unici in collaborazione con diversi creativi.

 

 

stats