Rilanci

Stefanel: ok del Tribunale alla ristrutturazione del debito

Il tribunale di Treviso ha omologato l‘accordo di ristrutturazione dei debiti e di rafforzamento patrimoniale di Stefanel, ex articolo 182-bis della legge fallimentare.

 

Lo comunica il gruppo dell'abbigliamento in una nota, ricordando che il decreto di omologazione del tribunale costituiva una delle condizioni a cui era subordinata l‘efficacia dell‘accordo di ristrutturazione.

 

Il mese scorso l'assemblea degli azionisti di Stefanel ha dato il via libera all'aumento di capitale riservato da 10 milioni di euro che di fatto sancisce l'ingresso dei fondi Oxy Capital e Attestor come soci di controllo del'azienda.

 

Su trevisotoday.it Cristina Furlan, segretaria generale Filctem Cgil di Treviso parla di una «non indolore riorganizzazione aziendale» e si augura che ci possano essere le basi, industriali e finanziarie, «non solo per tenere in piedi l’azienda ma per ripartire e rilanciare il marchio trevigiano conosciuto in tutto il mondo».

 

L’assemblea dei 110 dipendenti ha appena ratificato all’unanimità l'accordo raggiunto tra sindacati, Rsu e azienda, in base al quale gli esuberi, per i quali in Stefanel lo scorso mese è stata aperta la procedura di licenziamento collettivo, passano da 40 a 28 (nella foto, un modello di Stefanel per l'autunno-inverno in corso).

 

 

stats