Riorganizzazioni

La Cig e Costume National non frenano Ittierre, pronta a siglare nuove licenze

In questi giorni si è tornato a parlare di problemi per Ittierre, con la richiesta di cassa integrazione per 250 lavoratori e la possibile rottura anticipata della licenza con Costume National. Ma il patron del gruppo Antonio Bianchi smentisce le difficoltà con Capasa e assicura che gli ammortizzatori sociali saranno temporanei. Intanto sta per essere firmata una nuova licenza con un marchio francese.

 

A dicembre scorso, Bianchi ha presentato al ministero dello Sviluppo Economico un piano industriale che prevede il mantenimento degli attuali livelli occupazionali, con la previsione di inserire fino a 900 unità lavorative con la crescita del fatturato. Si tratta di un piano di investimenti per 48 milioni di euro, che mira ad incrementare i punti vendita di Ittierre e ad acquisire lo stabilimento di Pettoranello, che necessita di un sostegno delle istituzioni (circa 8 milioni di euro). 

 

Intanto, in attesa che la Regione Molise sblocchi l’approvazione del contratto di sviluppo, l'azienda ha deciso di ricorrere alla cassa integrazione a rotazione per circa 250 dipendenti. "Si tratta di un provvedimento della durata di soli tre mesi - ha spiegato a fashionmagazine.it  Bianchi - che punta a darci solo un po' di respiro, approfittando del fatto che in questi mesi sono più tranquilli, senza picchi produttivi". E aggiunge, riferendosi al contratto di sviluppo: " È uno strumento che ci permetterebbe di occorre ancora più veloce, ma se non arriva andremo avanti lo stesso".

 

L'imprenditore dimostra molta tranquillità anche in merito al rapporto di licenza con la Costume National, che secondo indiscrezioni starebbe andando verso una rottura anticipata. E se lo staff di Ennio Capasa preferisce non commentare la notizia del possibile divorzio da Ittierre, Bianchi non si tira indietro: "L'accordo con C'n'c termina nel 2019 e noi abbiamo tutte le intenzioni di rispettarlo. Proprio in questi giorni invece è in scadenza l'intesa per la prima linea e stiamo trattando".

 

Ma di trattative in corso a Pettoranello del Molise ce ne sono più di una: Bianchi ha infatti rivelato che a breve dovrebbe essere comunicata la sigla di un nuovo accordo di licenza con un marchio francese. "Un nome importate - ha detto - che sfila a Parigi".

 

 

 

stats