Ristrutturazione

Vertenza Industries: chiude Coast+Weber+Ahaus

Tra Industries e il Ministero dello Sviluppo Economico c'è condivisione sulla volontà di concedere la Cassa Integrazione Straordinaria per i lavoratori coinvolti dalla procedura di mobilità. È una delle decisioni emerse al termine del vertice a Roma del 19 giugno. Sul fronte sindacale invece il confronto con l'azienda resta serrato dopo la decisione di chiudere il brand Coast+Weber+Ahaus (nella foto un look).


Nel terzo incontro nell'ambito dalla vertenza Industries (a cui fanno capo i marchi Henry Cotton's, Marina Yachting, Coast+Weber+Ahaus e la licenza 18CRR81) tra azienda e sindacati, oltre la notizia del sì alla cassa integrazione per i lavoratori si è cercato di stilare un accordo sindacale tra le parti, pur rimanendo dei punti non condivisi e da sviscerare in maniera opportuna, si è deciso di porre allo studio tutte le soluzioni fattibili per ogni singola realtà all'interno dell'azienda.



In particolare, per i lavoratori dislocati a Grandate (Como) che si occupano del marchio Coast+Weber+Ahaus, vista la decisione dell'azienda di chiudere l'unità operativa e quindi il brand,il percorso sarà verso una Cassa Integrazione Straordinaria per cessata attività.



In merito al reparto logistica, agli outlet e sede di Mestre, sono allo studio diverse proposte ai fini di far coincidere il più possibile aspettative aziendali e dei lavoratori.


Nel corso dell'incontro e del confronto,l'azienda ha deciso di abbassare di 6 unità il totale degli esuberi, portando il numero finale da 106 a 100. Il prossimo incontro è già stato fissato per giovedì 26 giugno prossimo.

 

 

stats