Ristrutturazioni

Cavalli: c'è attesa per conoscere i piani dell'azienda sui lavoratori di Milano

Mentre nella sede fiorentina della Roberto Cavalli a Osmannoro è in corso uno sciopero di otto ore dopo l'annuncio del piano di riorganizzazione dell'azienda, sono tornati a lavorare i colleghi di Milano in attesa dell'apertura della procedura di mobilità (prevista per oggi, 14 ottobre) con cui si conoscerà il loro destino.

 

Già due giorni fa, attraverso un incontro informale, l'azienda aveva fatto sapere l'intenzione di "smantellare" gli uffici di piazza San Babila a Milano, ma non sono stati forniti dati su eventuali licenziamenti o i trasferimenti, che potrebbero riguardare gli 80 dipendenti.

 

Ma a chiedere alla Roberto Cavalli e al suo nuovo ceo Gian Giacomo Ferraris di ricercare tutte le possibili soluzioni per evitare la chiusura della sede Milano sono solo i sindacati e i lavoratori: anche la stampa ha stressato l'attenzione sulla chiusura di Milano. Anche sui profili social di molti addetti ai lavori sono comparsi appelli perché la griffe non lasci la capitale della moda.

 

 

stats