Ristrutturazioni

Puma fa marcia indietro in Cina: chiusura in vista per 90 negozi

Il piano di ristrutturazione di Puma prevede la chiusura di una serie di negozi non profittevoli, 90 dei quali in Cina. Intanto ci si attende, a breve, la nomina del nuovo ceo, visto che a fine mese l'attuale a.d. Franz Koch (nella foto) lascerà il gruppo.

 

Lo scorso luglio Puma ha annunciato la volontà di diventare più efficiente agendo a livello di organizzazione, processi e sistemi e di voler contenere i costi, soprattutto in Europa. Più di recente si è saputo dell'intenzione di eliminare una serie di store e di tagliare l'organico, alcune linee di prodotto e varie sponsorizzazioni. La controllata del colosso francese Ppr ha archiviato il 2012 con ricavi a quasi 3,3 miliardi di euro, in aumento del 3,9% a periodi comparabili, mentre il risultato operativo ha registrato un -13% a 290 milioni.

 

La decisione relativa al mercato cinese, veicolata dai media locali, non sorprende. Con il rallentamento globale, anche altre aziende dello sportswear stanno facendo marcia indietro, compresi i produttori dell'area. Di certo le aspettative erano ben diverse nel 2008, con i Giochi Olimpici di Pechino, come fanno osservare alcuni analisti. Va inoltre tenuto in conto che oggi i canali tradizionali sono messi in discussione dal forte sviluppo dell'e-commerce. In più, brand come Puma, Adidas e Nike devono confrontarsi con le abitudini dei cinesi e le loro scelte nel tempo libero, al momento molto distanti da quelle occidentali. Il loro interesse crescente per determinati sport, infatti, non si traduce immediatamente nella decisione di praticarli.

 

Ora ci si attendono nuove indicazioni in termini di strategie con la nomina del nuovo ceo, mentre Franz Koch sta per congedarsi dal gruppo tedesco, dopo solo un anno e mezzo di attività (di recente svariati media hanno ipotizzato l'arrivo di Björn Gulden, ex calciatore norvegese attualmente al vertice di Pandora). Da dicembre il chairman del board amministrativo di Puma è Jean-François Palus, che ha preso il posto di Jochen Zeitz.

 

stats