Ristrutturazioni

Roberto Cavalli chiude Osmannoro e cerca una sede in centro a Firenze

Prosegue la riorganizzazione strategica della maison Roberto Cavalli, pronta a lasciare entro l'anno l'attuale sede nella zona industriale di Osmannoro (dove lavorano 250 persone) per una nel centro storico di Firenze.

 

Una scelta che fa parte del piano di rilancio del marchio e prevede anche la vendita della sede di Osmannoro (foto), nata come spazio industriale di 25mila metri quadrati, trasformata in headquarters nel 2016 quando erano stati chiusi gli uffici di Milano che ospitavano showroom e ufficio stile.

 

Tutte le attività oggi svolte presso il sito di Osmannoro verranno riallocate nella nuova sede, ad eccezione del magazzino materie prime, le cui attività verranno affidate all’esterno, presso società di servizi logistici.

 

Il progetto di esternalizzazione delle attività logistiche, previsto a decorrere dal 30 giugno, non metterà a rischio i posti di lavoro dei nove operai che ci lavorano, in quanto l'azienda si è già accordata con le due ditte che prenderanno l’appalto affinché siano riassunti.

 

«Ci troviamo in una fabbrica ma ho bisogno di meno metri quadrati, qui ci sono 25mila metri quadrati, ne servono 5mila a Firenze», ha spiegato alla stampa locale Gian Giacomo Ferraris, ceo della maison da luglio 2016 (nominato da Clessidra, il fondo d'investimento che nell'aprile del 2015 ha acquisito il 90% del Gruppo Cavalli).

 

«Cerchiamo una bella sede a Firenze - continua Ferraris - Ho bisogno di uno spazio rappresentativo, spero che le istituzioni mi aiutino».

 

Sempre secondo la stampa locale, l'idea della casa di moda toscana sarebbe quella di trovare una sede nella zona dei viali, a ridosso del centro storico, dove trasferire i lavoratori.

 

Secondo i dati di bilancio da poco diffusi, l'azienda nel 2017 ha registrato un fatturato di 152,4 milioni di euro, in flessione dell’1,8% rispetto all'anno precedente e ha come obiettivo quello di raggiungere la redditività a livello operativo già nel 2018.

 

 

stats